Benvenuto su VotaOggi.it

Registrati subito al sito VotaOggi.it
Esprimi la tua opinione sui partiti e sui politici italiani.
Potrai assistere alle sedute parlamentari, visitare il parlamento,
assistere alle principali trasmissioni televisive.

Registrati adesso

Rossi Enrico

Rossi Enrico

Eletto nel 2000 consigliere regionale nelle file dei DS e nominato assessore alla sanità nella Giunta regionale toscana presieduta da Claudio Martini. Alle primarie de L'Ulivo del 20 febbraio 2005 per la scelta dei candidati a consigliere regionale è stato il candidato più votato di tutta la Toscana. Rieletto nel 2005 nella circoscrizione di Pisa, viene confermato nel ruolo di assessore alla sanità.Durante i suoi due mandati, come assessore alla sanità nella Giunta della Toscana Rossi, ha riorganizzato tutto il sistema ospedaliero della regione, investendo tre miliardi e mezzo in dieci anni a favore delle nuove strutture ospedaliere della Toscana. Risulta ancora aperta la questione dell'Ospedale di Livorno poiché il neo sindaco Filippo Nogarin si è dichiarato contrario ad una nuova struttura.La Regione Toscana, attraverso il Laboratorio Management e Sanità della Scuola superiore Sant'Anna di Pisa ha messo a punto un sistema di valutazione delle performance del sistema sanitario che permette di “misurare” la qualità dei servizi. Il sistema di valutazione è stato poi adottato a livello nazionale.Sul fronte della fecondazione assistita, la Toscana è stata la prima regione italiana a introdurla nei Lea, i livelli essenziali di assistenza.In questi anni è stata portata a termine la riforma del sistema di donazione e trapianto, che ha portato la Toscana al top in Italia e al secondo posto in Europa, dopo la Spagna.I risultati della sanità toscana sono stati riconosciuti anche da avversari politici, come l'ex ministro Giulio Tremonti. Infatti è stato riscontrato un buco di bilancio di 240 milioni di euro nella gestione della Asl di Massa Carrara, con conseguente difficoltà a pagare gli stipendi dei dipendenti, lavori di ristrutturazione bloccati e disservizi per i cittadini. Secondo il gup, la regione non poteva non sapere. Alcune intercettazioni del 2012 sembrerebbero dimostrare ciò. “Vabbè – dice Rossi (ormai presidente della regione) al nuovo assessore alla sanità – se parli di Firenze va su sette milioni va bene? Pareggi due. E Pistoia ce ne prendi cinque in testa, ‘un succede mica nulla… Son quattro fuori, ma ne hai pareggiate dieci e magari li recuperi distribuendo meno. Massa meno 55 (…) e questa è andata, la Asl di Lucca, se gli dai quello che gli devi dare, pareggia…”. Il procuratore Giubilaro ha comunque accertato che i 240 milioni di euro sono soldi che la Asl ha speso, senza averli ricevuti, e che per coprire queste spese si falsificavano i bilanci. Dopo questa eccellente gestione dei bilanci della sanità toscana, Enrico Rossi è stato proposto candidato del PD per le elezioni regionali del 2009.