Benvenuto su VotaOggi.it

Registrati subito al sito VotaOggi.it
Esprimi la tua opinione sui partiti e sui politici italiani.
Potrai assistere alle sedute parlamentari, visitare il parlamento,
assistere alle principali trasmissioni televisive.

Registrati adesso

Lombardi Roberta

Lombardi Roberta

Roberta Lombardi  ( Orbetello 15 agosto   1973 ) è deputata ed ex presidente del gruppo parlamentare del  Movimento 5 Stelle  alla  Camera dei Deputati .

Nata a  Orbetello , si è poi trasferita a vivere a  Roma È madre di due figli.

Laureata in  giurisprudenza  al la Sapienza  con tesi in  Diritto commerciale  internazionale e un corso  post laurea  in Sviluppo manageriale presso la  Luiss  Management .

Ha avuto diverse occupazioni e, dal  2004 , lavora presso un'azienda di  arredamento d’interni  per case di lusso .

Nel  2008  ha partecipato alle  elezioni comunali di Roma  con la  Lista Civica Amici di  Beppe Grillo  Roma , ottenendo 199 preferenze . È poi entrata a far parte del  Movimento 5 Stelle  fin dalla sua fondazione .

A dicembre 2012 partecipa alle elezioni primarie del M5S per la composizione delle liste elettorali in vista delle  elezioni politiche del 2013  e viene quindi candidata ed eletta alla  Camera dei Deputati  nella circoscrizione elettorale Lazio 1.

Dal 19 marzo  2013  è presidente del gruppo del  Movimento 5 Stelle  alla Camera . In virtù del regolamento interno del gruppo, che prevede la rotazione trimestrale della carica, il 5 giugno  2013  cede ufficiosamente la funzione di " capogruppo " e portavoce al vicecapogruppo vicario on.  Riccardo Nuti , pur rimanendo ufficialmente presidente del gruppo per motivi burocratici .

Il 24 luglio  2013   Lombardi  si dimette da presidente del gruppo 5 Stelle alla Camera dopo una polemica dell'assemblea su una fattura non pagata al consulente della deputata, accusata di voler addebitare al gruppo il costo del suo collaboratore. Ha affermato che le dimissioni sarebbero avvenute "solo per motivi personali".

Sono state contestate le affermazioni scritte nel suo  blog , nel mese di gennaio  2013 , dove, in riferimento al  fascismo , ha scritto: «prima di degenerare il fascismo aveva un alto senso dello Stato. Il fascismo aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello Stato e la tutela della famiglia.» . Altrettanto contestata è la sua affermazione secondo cui la protezione garantita ai  lavoratori dipendenti  dall'ex  articolo 18  dello  Statuto dei Lavoratori , a seguito di  licenziamento  illegittimo, rappresenterebbe "un'aberrazione" .