Benvenuto su VotaOggi.it

Registrati subito al sito VotaOggi.it
Esprimi la tua opinione sui partiti e sui politici italiani.
Potrai assistere alle sedute parlamentari, visitare il parlamento,
assistere alle principali trasmissioni televisive.

Registrati adesso

Bersani Pier Luigi

Bersani Pier Luigi

Pier Luigi Bersani  ( Bettola 29 settembre   1951 ) è stato segretario  del  Partito Democratico  dal  2009  al  2013 . E’ nato, in  provincia di Piacenza , in una famiglia di  artigiani . Suo padre Giuseppe era meccanico e benzinaio. Dopo una breve esperienza da insegnante, si è dedicato completamente all'attività amministrativa e politica . E’ sposato con Danila, farmacista è a due figli. 

Giovanissimo, è vice presidente della  Comunità Montana piacentina , quindi vice presidente del Comitato Comprensoriale piacentino,dal 1985 al 1990 è  consigliere comunale  di  Bettola  eletto tra le fila del  Partito Comunista Italiano . Eletto  Consigliere regionale  dell' Emilia-Romagna  per la circoscrizione di  Piacenza  nelle file del  Partito Comunista Italiano , assume incarichi di assessore in giunta regionale dal  1980  fino al  1990  quando ne diventa vice presidente.

Il 6 luglio  1993  è eletto presidente della  Regione Emilia-Romagna . Nelle elezioni regionali dell'aprile  1995 , le  prime  con l'indicazione diretta del presidente, Bersani viene eletto dal 54% dei cittadini che hanno votato la lista di centrosinistra “Progetto Democratico”. 

Dal 18 maggio  1996  al 22 dicembre  1999  ricopre la carica di  Ministro dell'Industria, del Commercio, dell'Artigianato e del Turismo nel  Governo Prodi I . Dal 23 dicembre  1999  al 3 giugno  2001  ricopre la carica di  Ministro dei Trasporti e della Navigazione . Alle elezioni politiche del  2001  viene eletto per la prima volta  deputato  nel collegio 30  Fidenza - Salsomaggiore ; componente della X Commissione Attività Produttive della Camera.

Alle  elezioni europee del 2004  viene eletto  parlamentare europeo  nella circoscrizione nord-ovest; membro della “Commissione per i problemi economici e monetari” e della “Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori”. È stato membro della Presidenza del comitato politico e del Comitato nazionale dei  Democratici di Sinistra . Si dimette dall'Europarlamento nel maggio  2006 .

Dal 17 maggio  2006  all'8 maggio  2008  ha ricoperto la carica di  Ministro dello Sviluppo Economico  nel  Governo Prodi II . Il 4 luglio 2006 viene emanato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il  primo decreto Bersani , convertito definitivamente in legge il 6 luglio 2006 che va sotto il nome di “lenzuolata”. Le tematiche del decreto, detto anche "decreto sulle  liberalizzazioni " toccano molti settori, da quello del mercato, alla  tutela dei consumatori  e anche quello dell' evasione fiscale . Il 31 gennaio 2007 un  secondo decreto , convertito in legge il 2 aprile 2007 amplia le liberalizzazioni e le tutele dei consumatori.

Nel  2009 , Bersani decide di candidarsi a segretario del  Partito Democratico .  Bersani ha incentrato la sua candidatura sull'esigenza di unire i valori  cattolico-popolari  con quelli del  socialismo democratico  e della  socialdemocrazia .  Ha inoltre dichiarato il suo impegno per far sì che ogni cittadino possa votare non solo il segretario di partito, bensì anche ciascun parlamentare.

Il 25 ottobre  2009  Bersani vince le  elezioni primarie , battendo il segretario uscente  Dario Franceschini  e il senatore  Ignazio Marino , e viene così eletto  segretario nazionale  del PD. 

Nel luglio  2012  si candida alle  Elezioni primarie di Italia. Bene Comune del 2012  indette per scegliere il candidato premier del centrosinistra alle elezioni politiche italiane del 2013. 

Il 2 dicembre  2012 , al secondo turno, Bersani vince le elezioni primarie con 1.706.457 voti, pari al 60,9%, mentre Renzi ottiene 1.095.925 voti, il 39,1%. Pier Luigi Bersani è dunque il candidato ufficiale della coalizione di centrosinistra  Italia Bene Comune  alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per le  elezioni politiche del 2013 . Le elezioni tenutesi il 24 e 25 febbraio  2013 , hanno avuto come risultato una vittoria di stretta misura della coalizione di centro-sinistra sul centro-destra (vittoria che però ha garantito la maggioranza al centrosinistra solo alla  Camera , e non al  Senato ), e una affermazione del  Movimento 5 Stelle , guidato da  Beppe Grillo .

Il 22 marzo  2013  il  Presidente della Repubblica   Giorgio Napolitano  gli affida un mandato esplorativo per trovare la  fiducia  al  Parlamento  necessaria per formare un nuovo Governo . Il 28 marzo Bersani rinuncia e successivamente alla rielezione di Napolitano alla Presidenza della Repubblica si dimette il 20 aprile dalla segreteria del PD: ricoverato il 5 gennaio per un ictus torna alla Camera il 25 febbaraio per votare la fiducia al Governo Renzi.