Benvenuto su VotaOggi.it

Registrati subito al sito VotaOggi.it
Esprimi la tua opinione sui partiti e sui politici italiani.
Potrai assistere alle sedute parlamentari, visitare il parlamento,
assistere alle principali trasmissioni televisive.

Registrati adesso

Lega Nord


Lega Nord

La Lega Nord per l’Indipendenza della Padania, conosciuta semplicemente come Lega Nord, è il più vecchio partito nel panorama politico italiano, fondato nella Prima Repubblica e tuttora attivo. Esso è nato il 4 dicembre 1989 dal raggruppamento dei cartelli elettorali autonomisti dell’Italia settentrionale (Lega Lombarda, Liga Veneta, Piemont Autonomista, Union Ligure, Lega Emiliano-Romagnola e Alleanza Toscana), desiderosi di maggiori autonomie locali e maggiore decentramento da Roma e promotori del federalismo.

Storico fondatore e segretario federale della Lega per oltre 20 anni è stato Umberto Bossi, dal 2012 presidente a vita. Nello stesso anno, la carica di segretario federale è passata a Roberto Maroni, mentre dal dicembre 2013 viene nominato segretario Matteo Salvini.

È nel 1991, che, di fatto, la Lega Nord diventa la nuova forza politica anti-sistema, di stampo federal-autonomista. Arrivano i primi successi elettorali, sempre all’interno del centrodestra, con diversi avvicendamenti legati agli appoggi ai vari governi Berlusconi. Da movimento di nicchia, attivo principalmente al Nord, si è trasformato ed esteso anche alle regioni del centro e in Sardegna ed è diventato partito ago della bilancia nei governi di cui ha fatto parte.

Sotto il profilo ideologico il principale esponente è stato il professor Gianfranco Miglio, a cui si deve la svolta federalista del partito. Accanto a federalismo e a regionalismo, la Lega si configura come movimento populista di destra, che sostiene l’indipendentismo padano, il nazionalismo etnico, l’euroscetticismo e si dichiara contraria all’immigrazione clandestina e alle adozioni gay.

Con il 2012 inizia la crisi del partito, da tempo latente e collegata alle vertenze giudiziarie, agli scandali dei rimborsi regionali, alle presunte tangenti. Solo recentemente, grazie anche alle politiche anti-immigrazione di Salvini, la Lega sta riprendendo quota. Attualmente ha 20 seggi alla Camera, 15 al Senato e 5 all’Europarlamento, dove fa parte dell’Alleanza Europea per la Libertà.